Rilancio Italia. Superbonus 110%.

Rilancio Italia. Superbonus 110%.

 

E l’argomento del momento, il tema più trattato in assoluto dai proprietari di immobili e dai media specializzati. Praticamente quasi tutti visto che gli italiani, più di chiunque altri, hanno sempre riposto nel “Mattone” tutti i propri risparmi.

Il Decreto Rilancio ha monopolizzato l’attenzione anche di imprese e professionisti a vario titolo, vista la complessità attuativa del decreto, considerando che gli stessi da troppo tempo attraversano una crisi in molti casi letale per il prosieguo della loro attività.

Se il Decreto attuativo confermerà le premesse, domanda e offerta troveranno dal primo luglio un punto di incontro attuativo.

La parola fatidica è SUPER BONUS.

La grande agevolazione, unica nel suo caso, permetterà sia ai proprietari, di prima casa o di seconda casa se in complesso condominiale, di rigenerare il proprio immobile a COSTO ZERO, che alle imprese che non dovranno più affannarsi nella ricerca di commesse, ma di adempiere in modo qualificato alla ristrutturazione degli immobili commissionati.

Secondo il nostro punto di vista potrebbero però esserci alcune insidie che potrebbero creare degli ostacoli attuativi, in primis per norme non scritte in modo chiaro, la burocrazia che impedisce di governare con semplicità ogni processo produttivo, i condomini che nel tempo del Coronavirus Covid 19 dovranno snellire le procedure di affidamento dei lavori, le imprese che da troppo tempo hanno dovuto ridurre il proprio organico di lavoro e i fornitori dei materiali edili che dovranno far fronte ad una enorme richiesta di ordini.

Su tutti ci saranno i concessionari che dovranno garantire alle imprese pagamenti sicuri e veloci.

Per superare tutta questa situazione andranno creati dei Team di lavoro con alta professionalità che grazie alla loro esperienza potranno esperire in modo certo e trasparente a tutte le procedure richieste dovendosi assumere tutte le responsabilità, in sede civile e penale, per eventuali errori che vadano a creare criticità del processo.

Sarà una grande sfida per l’Italia e per tutti coloro che ci guarderanno con interesse per portare nei loro Paesi questo rilancio dell’economia produttiva accompagnata dal benessere per i cittadini.

Tutto questo sarà una grande opportunità anche per gli avvocati nella loro qualità di consulenti civili, che avranno la possibilità di stipulare contratti ad hoc e ottemperare alle eventuali controversie con organismi di arbitrato, mediazione e conciliazione.

 

MBM

Archh. Martuscelli Marco,

Berardi Sandro,

Miucci Emanuele,

Antonello Palmieri

Studio PLANARCH srl