L’utilità del passo indietro.

L’utilità del passo indietro.

 

 

Vi è mai capitato di passare un periodo in cui non vi riesce nulla?

Nel quale tutto sembra andare per il verso sbagliato?

Nello sport come nella vita succede anche questo, nel golf in particolare possono passare giorni, settimane, addirittura mesi durante i quali non si “alza una palla” oppure dove non si imbuca un putt nemmeno da 10 centimetri.

Più passa il tempo e più si rischia di cadere in un circolo vizioso nel quale ci si sente degli incapaci, delle nullità, vittime di una involuzione sia tecnica che mentale “definitiva”, arrivando a convincerci che questo sia il nostro vero valore.

Il rimedio però è dietro l’angolo e la pratica sportiva insegna come risollevarsi da questi stati d’animo negativi.

La soluzione? Fare un passo indietro, guardare le cose da un punto di vista più distante, allargando la nostra prospettiva e considerando la vicenda in maniera più aperta.

Il punto centrale della questione è che per natura noi abbiamo la memoria corta.

Invece di subire passivamente gli eventi del presente proviamo invece a ricordarci di come siamo arrivati ad un determinato punto della nostra carriera, non importa se grande o piccola; stringiamo a noi stessi tutte le soddisfazioni che ci siamo tolte nel tempo; i colpi più belli, i giri migliori, i risultati e le vittorie che abbiamo conquistato sul campo.

Osserviamo quindi la nostra esperienza con il senno di poi, liberando anche questa dalle piccole paure che ci imprigionano.

A quel punto saremo disposti a compiere un esame obiettivo della nostra tecnica e della sensazione del nostro movimento, ricordandoci ad esempio quel tale rimedio ad una scorretta postura di gioco, un fatto che potrebbe aiutarci a superare il momento negativo magari dovuto proprio a quello.

Passiamo tutti degli alti e dei bassi nel corso di un giorno, di un anno o di una carriera intera. Rimanere inerti sulle cattive sensazioni quando le cose vanno male però ci fa perdere tempo prezioso, ci fa dimenticare che un giorno torneremo nuovamente a giocare come sappiamo.

Impariamo a dominare pertanto le nostre paure facendo quel passo indietro e domani il mondo ci sembrerà migliore.

La validità universale di questo insegnamento la ritroviamo nelle parole di un grande uomo di sport che ha saputo superare enormi difficoltà e paure fino a vincere le più importanti competizioni mondiali.

“La vita è sempre degna di essere vissuta e lo sport dà possibilità incredibili per migliorare il proprio quotidiano e ritrovare motivazioni.” Alex Zanardi.