Eleonora D’Arborea, Regina, guerriera, giurista illuminata e donna, vista attraverso la “CARTA DE LOGU”.

Eleonora D’Arborea, Regina, guerriera, giurista illuminata e donna, vista attraverso la “CARTA DE LOGU”.

 

Si tratta di un Commento a tutti gli articoli della “Carta de Logu” di facile lettura anche per i non addetti ai lavori e di due racconti.

La “Carta de Logu” promulgata da Eleonora d’Arborea alla fine del XIV secolo è un’opera di fondamentale importanza, diretta a disciplinare in modo organico, coerente e sistematico alcuni settori dell’ordinamento giuridico dello stato sardo indipendente d’Arborea.
E’ composta da 198 capitoli in lingua sarda e raccoglie le norme di diritto civile e penale valide nel regno giudicale d’Arborea, stabilendo le pene corporali o pecuniarie secondo la gravità dei reati. Restò in vigore fino al 1827.

Le edizioni attualmente in commercio della “Carta de Logu” sono prestigiose ma costose e di difficile lettura. Questa edizione, invece, economica, di facile lettura e maneggevole permette a chiunque di approfondire la figura di Eleonora d’Arborea e delle sue leggi, a volte feroci ma giuste.

L’idea del libro nasce dal desiderio di contribuire a diffondere la conoscenza di Eleonora d’Arborea, grande donna, sovrana illuminata, che seppe essere valorosa guerriera ma che seppe, considerati i tempi nei quali è vissuta, dimostrare una innovativa sensibilità nei confronti delle donne, della famiglia e dell’ambiente.

Il libro contiene anche due racconti. Il primo “Il Viaggiatore” narra di un Viaggiatore che attraversa le Terre del Giudicato di Arborea e apprende lo spirito di Eleonora e delle sue leggi come venivano vissute nella vita quotidiana dai sudditi. Il secondo racconto, “L’ultimo giorno” narra degli ultimi istanti di vita di Eleonora, morta di peste il 14 Febbraio 1404 che rivive alcuni dei momenti salienti della sua vita di Regina, di guerriera, di moglie, di madre e di figlia.

Il libro può essere acquistato sul sito Amazon.